Aumentare una Warré dall’alto

Come e quando mettere un modulo Warré dall’alto.

La tecnica apistica dell’abate Warré prevede che un’arnia possa essere estesa solo dal basso, secondo la logica  FIFO “first in, first out”. Il primo modulo immesso (sotto) sarà il primo ad uscire (sopra), garantendo così un ricambio continuo della cera dei moduli con una rotazione continua; si mette da sotto e si preleva dall’alto.

Le arnie DB invece usano una logica LIFO “last in, first out”, quindi il melario viene messo sopra il nido e viene estratto da sopra; non vi è rotazione del nido.

La logica FIFO garantisce che nei magazzini, sugli scaffali e nelle arnie non rimangano prodotti vecchi. La logica LIFO garantisce che il prodotto estratto sia sempre il più fresco, a scapito di quelli inseriti prima.

Warré voleva garantire la rotazione dei moduli, il rinnovo della cera e il profumo del miele inserendo i moduli sempre da sotto, ma ci sono dei casi in cui si può fare uno strappo alla regola.

Quando la famiglia è forte, importa tanto e l’arnia è su tre moduli (ha invernato su due, poi ad inizio primavera avete aggiunto il terzo), a metà luglio potreste trovarvi ad avere bisogno di spazio. Allora potrete mettere un modulo in posizione 3 alzando quello precedente alla posizione 4.


A questo punto il modulo in posizione 4 potreste decidere se lasciarlo o estrarlo per il miele. Io ho inserito un apiscampo per Warré tra la posizione 3 e la 4 e tra quindici giorni andrò a raccogliere.


Le api costruiranno favi in posizione 3 ancora per un mese e mezzo circa mettendoci miele mentre l’idea è inventarle ancora su due moduli in cui verosimilmente ci saranno almeno 9-12 Kg di miele.